Il colpo di stato del 15 luglio 2016 e la democrazia in turchia: Una prospettiva storica e costituzionale. – Giacomo Fantini

1. Introduzione 2. La dottrina Kemalista e il colpo di stato del 1960 3. Il rafforzamento delle TSK e i pronunciamienti del 1971, 1982 e 1997 4. L’ascesa dell’AKP e la difficile coesistenza con le Forze Armate 5. Il consolidamento dell’AKP e lo scontro con le Forze Armate 6. Il colpo di stato del 15 luglio e il tramonto della dottrina Kemalista.

[ DOWNLOAD PAPER (PDF) ]

Appunti per il Corso di Diritto Comparato dell’Economia – Mario Comba, Riccardo de Caria

Il presente corso riguarda il diritto comparato dell’economia e dunque mette insieme due discipline giuridiche – il diritto comparato ed il diritto  dell’economia – che richiedono una loro qualificazione separata prima di poter essere esposte congiuntamente nei paragrafi successivi. Dovremo quindi in primo luogo esaminare cosa si intenda per diritto comparato e  poi cosa si intenda per diritto dell’economia, al fine di poter poi affrontare alcuni temi selezionati che rientrano nell’intersezione di questi due settori dell’analisi giuridica.

[ DOWNLOAD PAPER (PDF) ]

The German Economic Constitution and the Euro Crisis – Martin Burgi

I. Existence of an economic constitution in the Basic Law? | II. Contents of the Basic Law’s economic legal framework for the sector | Relation to the economic constitution of the European Union | IV. Relation between the economic constitution and the Federal Constitutional Court’s case-law relating to the EU-treaties and the euro crisis

[ DOWNLOAD PAPER (PDF) ]

UNIONE EUROPEA: DIVARIO FRA I PRINCIPI E LA GESTIONE POLITICA – Daniele Ciravegna

1. Quale tipo di Europa? 2. I valori dell’Unione Europea 3. Obiettivi finali e intermedi nel TUE 4. L’economia sociale di mercato quale principio fondante dell’Unione Europea 5. Le delimitazioni e le modalità di esercizio dell’Unione Europea alla luce del TFUE 6. Rilevanza degli obiettivi secondo i trattati dell’Unione Europea 7. Discrepanza fra gli obiettivi finali indicati nei trattati europei e la gestione dell’Unione Europea

 

[ DOWNLOAD PAPER (PDF) ]

Conventions de légalité en Italie : prévention de la corruption dans les marchés publics et compatibilité avec les principes de l’Union européenne – Carol Cravero

L’adoption des conventions de légalité se situe dans l’objectif d’une action de prévention plus efficace face à la corruption dans le domaine sensible des marchés publics. Bien que les conventions de légalité comportent une clause d’exclusion de tout candidat défaillant, elles ne sont pas automatiquement incompatibles avec les principes de l’Union Européenne, notamment les principes de concurrence et de transparence dans les marchés publics. Toutefois, les déclarations et engagements qui figurent dans ces conventions de légalité sont à interpréter conformément au principe de proportionnalité, ne pouvant pas aller au-delà de ce qui est nécessaire pour sauvegarder la concurrence, l’équité et la bonne gestion des marchés publics et de ce qui est nécessaire pour réduire les phénomènes de corruption et d’interférences illicites.

[ DOWNLOAD PAPER (PDF) ]

La Responsabilità Sociale di Impresa (CSR) nel settore della Green Energy – Paolo Rossi

INTRODUZIONE
Come è noto, lo studio dell’economia secondo i parametri neoclassici non tiene debitamente in conto il valore dell’ambiente e, in generale, della Corporate Social Responsibility.
Essa viene definita come l’insieme di regole di cui l’impresa si dota al fine di garantire il rispetto delle varie norme a cui deve soggiacere, nonché gli standard etici ed ambientali da rispettare in relazione al settore in cui opera. La presenza di modelli aziendali destinati a tali scopi può peraltro favorire la creazione di valore nel lungo periodo, oltre che una maggiore fiducia da parte degli stakeholders e degli shareholders1.
L’economia neoclassica non considera adeguatamente il valore dell’ambiente e, in generale, della CSR, che è piuttosto un nuovo concetto che può essere definito come l’insieme delle regole di cui l’azienda si dota al fine di garantire il rispetto delle varie normative che devono essere considerate, così come gli standard etici e ambientali da rispettare, in relazione al settore in cui essa opera.
I modelli di business sviluppati per tali scopi tendono a incoraggiare la creazione di valore a lungo termine, così come ad aumentare la fiducia degli stakeholder e degli azionisti (Mc Williams e Siegel, 2000).
La CSR delle imprese può essere considerata, infatti, come una autoregolamentazione aziendale attraverso la quale le stesse integrano preoccupazioni sociali, ambientali ed economiche nei loro valori per operare in maniera trasparente e responsabile. La CSR consente a una organizzazione di assumersi la responsabilità dell’impatto delle proprie decisioni e attività sulla società, l’ambiente e per la propria redditività futura.
Le Nazioni Unite hanno definito questa triade di preoccupazioni “triple bottom line”: persone, pianeta, e profitto. LA CSR risulta quindi essere strumento per le aziende che intendono monitorare e garantire il rispetto attivo della legge a standard etici e standard internazionali. Nonostante questa definizione internazionale, è difficile affrontare questa nozione da un punto di vista giuridico. Tuttavia, soprattutto nella green economy il concetto è più adottato rispetto alla politica. È importante rammentare re come questo concetto funzioni come principio legale e, a tal fine, saranno utili alcune considerazioni rilevate nei contesti europei e cinesi.

INDICE

  1. Introduzione
  2. Definizione di CSR per l’unione Europea
  3. Il concetto di CSR nella Repubblica Popolare Cinese
  4. La CSR nel settore della green economy: approccio cinese ed approccio UE

DOWNLOAD PAPER (PDF)

European economic governance: challenges for judicial control? – Ornella Porchia

1. The role of the Court of Justice in EMU: a glance at the past. 2. Recent case-law: the beginning of a new season? 3. New international instruments of economic governance: the role of the Court of justice in the ESM Treaty and in the Fiscal Compact. 4. Compatibility with EU law of the Treaties provisions relating to the Court’s jurisdiction. 5. Further developments: towards progressive “jurisdictionalisation” of control over economic policies?

DOWNLOAD PAPER (PDF)

La proposta di legge catalana sulla competenza in materia di referendum – Lucia Maddaleno

Sommario: 1 – Introduzione. 2 – Il contrasto tra Catalogna e Governo. 3 – La riforma dello Statuto di Autonomia e la relativa sentenza del Tribunal Constitucional. 4 – La competenza in materia di referendum. 5 – Spunti critici sulla proposta di legge e il richiamo al caso del Québec. 6 – Conclusioni.

Sommario: 1 – Introduzione. 2 – Il contrasto tra Catalogna e Governo. 3 – La riforma dello Statuto di  Autonomia e la relativa sentenza del Tribunal Constitucional. 4 – La competenza in materia di referendum. 5 – Spunti critici sulla proposta di legge e il richiamo al caso del Québec. 6 – Conclusioni.

DOWNLOAD PAPER (PDF)